NEWS...MARCONI EXPRESS NEWS.... PEOPLE MOVER NEWS........

  • 3a  settimana  dell'anno  2020 ancora in
  •  
  • attesa del nulla  osta del Ministero delle 
  •  
  • Infrastrutture per l'ultima  autorizzazione
  •  
  • per  dare  il  via  al  servizio  pubblico di 
  •  
  • connessione  dei  fruitori dell'aeroporto
  •  
  • Marconi alla  Stazione  F.S.  e  A. V.
  •  
  • Bologna   in   a/r
  •  
  •  
  • MARCONI EXPRESS   PEOPLE  MOVER 
  •  
  • perchè il people mover
  •  

 | People mover - il veicolo - vista laterale

Il people mover

Il servizio Marconi Express,  nuovo collegamento di 5 Km tra la Stazione ferroviaria

centrale e l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, consiste in un people mover su

gomma, che corre su sede propria a ad un’altezza media dal piano di campagna di circa

6-7 metri.

 

Collegherà, in circa 7 minuti e mezzo di viaggio,

il centro città e l’aeroporto, effettuando un’unica

fermata intermedia presso Bertalia-Lazzaretto, la

grande area urbana in corso di riqualificazione destinata ad ospitare nuovi insediamenti

residenziali e commerciali, nonché nuove aule e

laboratori universitari ed un nuovo studentato.

 

 

A livello tecnico il people mover è un sistema di

trasporto rapido di massa a guida vincolata, ad

alimentazione elettrica, totalmente automatico,

ossia senza conducente, dotato di porte di

banchina a protezione dei passeggeri.

 

 

Questo tipo di infrastruttura assicura una connessione:

 

  • Veloce – soli 7’20’’ il tempo percorrenza dalla Stazione Centrale
  •  
  • all’Aeroporto
  •  
  • Frequente - 3’45’’ il tempo medio di attesa
  •  
  • Affidabile – il percorso è interamente su sede propria: un binario dedicato
  •  
  • esclusivamente a questo mezzo
  •  
  • Confortevole – le vetture sono appositamente disegnate per le esigenze
  •  
  • dell’utenza aeroportuale
  •  
  • Facilmente riconoscibile – le stazioni saranno in prossimità del terminal
  •  
  • aeroportuale e dei binari dell’Alta Velocità a Bologna Centrale, con
  •  
  • segnaletica dedicata

Info.  Agency  Mi   

 Now /01/2020   h  00,00,01 



NEWS...Parcheggi a pagamento per 140 ps. Mediopadana.Bologna"Marconi Expres

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stazione  MEDIOPADANA a.v. parcheggi 

 

comodi per i pendolari per una sosta breve !

 

            TARIFFE  GIORNALIERE  (Fino alle ore 23,55)

 

-1           €.  10,00          Importo Complessivo    €.  10,00

-2            €. 14,00           Importo Complessivo    €.  24,00

-3            €. 19,00           Importo Complessivo    €.  43,00

-4            €. 25,00           Importo Complessivo    €.  68,00

-5            €. 30,00           Importo Complessivo    €.  98,00

Regole  del  parcheggio  assimilate con i normali parcheggi  striscie  blu del centro città (nessuna copertura per danni causati o accidentali)

 

Iniziato  cantiere in  MEDIOPADANA  alta  velocità  di Reggio nell'Emilia  sistemazione  nuova  viabilità  interna  e  ampliamento  parking i fruitori della  Stazione  Mediopadana possono  già oggi usufruire  di  un parcheggio a  pagamento in striscie  blu a pochi  metri  dall'ingresso  principale  dedito  per i  pendolari  giornalieri  per un totale  di  circa  140 posti auto .  

 Fonte  "ICT"  Agency  Mi  

  Aggiornamento  Agency  Mi (foto area)

Now/01/2020  h. 00,00,01

Dal  1 luglio  2019  per  i pendolari  fruitori  della  Stazione  Mediopadana   a.v.  di Reggio Emilia , un  parcheggio  oneroso, a  pochi  metri dal ingresso principale  della  struttura  comodo  e  veloce .  (esclusivamente  per  una  sosta  breve  1/3  gg.)

  "Ordinanza R.U.O.  518  del 04/07/2019 "  ( potrà essere inviata tramite  e-mail  ai ricchiedenti  redazione@mediopadananews.it )

 Fonte   Agency  Mi 

aggiornamento  Now/01/2020  h. 00,00,01

 

PARCHEGGI STAZIONE  MEDIOPADANA a.v., a  pagamento per i 140 posti più vicini alla 

 stazione  dediti per  pemdolari giornalieri .

(Gestione TEA Società a partecipazione  Comune di Reggio Emilia )

 

Reggio Emilia, scattano lunedì 8 luglio le nuove regole della sosta che saranno estese, una volta riorganizzato il parcheggio, all’intera area 

REGGIO EMILIA.   Cantiere  già  aperto  primi di  dicembre 2019,il ritardo è dovuto a un ribasso nella gara d’appalto ritenuto eccessivo, che rimette in gioco l’aggiudicazione dei lavori. Tuttavia il Comune prevede di aprire entro l’estate il cantiere destinato ad ampliare il parcheggio della stazione Mediopadana e a dotarlo di sbarre riorganizzandolo con un sistema aeroportuale. Sarà la naturale evoluzione di un fondamentale snodo della ferrovia ad alta velocità concepita per fare concorrenza alle linee aeree. Intanto gli utenti dovranno abituarsi a pagare la sosta “a rotazione progressiva”, ad iniziare dagli stalli più vicini alla stazione. In compenso potranno parcheggiare liberamente anche alle Fiere di Reggio, in via Filangieri, e raggiungere la Tav con un bus-navetta gratuito, che entrerà in funzione un mese prima dell’apertura del cantiere. Era stato ipotizzato di far partire la navetta dal parcheggio dello stadio Città del Tricolore, ma poi il Comune ha preferito le Fiere per motivi di logistica.

Nuove regole. attivo da luglio 2019 , i 120 posti auto prossimi alla stazione Mediopadana non saranno più liberi. Per sostarvi si pagheranno 10 euro per un giorno, 24 euro per due giorni, 43 per tre, 68 per quattro e altri 30 euro per ciascuno dei giorni successivi. Il pagamento sarà effettuato come per le ordinarie strisce blu tramite parcometri, sui quali si dovrà però digitare anche il numero di targa. Ciò eviterà di dovere esporre il biglietto all'interno della vettura, poichè il personale addetto ai controlli sarà dotato di strumenti atti a verificare automaticamente il pagamento della sosta. Il nuovo sistema è finalizzato a favorire la rotazione, scoraggiando la permanenza sugli stalli oltre il tempo strettamente necessario. Chi non vorrà pagare potrà continuare a servirsi dei 642 posti più lontani dalla stazione, che rimarranno liberi per più di un anno, fatta eccezione per quelli occupati per la movimentazione del cantiere. Quandi vi saranno aggiunti i 444 posti dell'appalto in via di aggiudicazione l'intero parcheggio, con un totale di circa 1.200 stalli, sarà riorganizzato come un parcheggio aeroportuale a pagamento chiuso da sbarre. Le tariffe saranno progressive, crescenti nel tempo e differenziate a seconda della distanza dai binari.

L’OBIETTIVO. La stazione di Calatrava, di conseguenza, assomiglierà sempre più ad un aeroporto dotato di un grande parcheggio, ordinato e costoso come quelli degli scali aerei. Lo scopo non è quello di mungere i passeggeri intenzionati o costretti a servirsi della propria auto per raggiungere la fermata dei treni superveloci. Si vuole invece scoraggiare la sosta selvaggia sui tanti posti che attualmente rimangono occupati per parecchio tempo dagli stessi mezzi, impedendone l'utilizzazione agli altri utenti. —

 Fonte  . Agency  Mi  -- reggio online  

aggiornamento  Now/01/2020 h. 00,00,01 

 

 

NEWS EMERGENZA SMOG NEWS. piano antismog a Reggio E."Ord. Comunale"News.....

EMERGENZA  SMOG    Piano antismog  a Reggio Emilia, ma non ai controlli. 

 

 

Sono scattate oggi le limitazioni al traffico in città: dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. L’area urbana sarà interdetta ai veicoli più inquinanti, verranno

controllati i punti di accesso

 

REGGIO EMILIA – Sei mesi di stop. Sono iniziate oggi e resteranno in vigore fino al 31 marzo del prossimo anno le limitazioni alla circolazione del piano messo in atto dal Comune per tentare di contenere l’inquinamento.

 

A occhio, guardando la via Emilia questa mattina, difficile capire se i reggiani al volante di vecchie benzina o di auto diesel fino ad Euro 3 abbiano ricordato il via al

piano, ma da piazza Prampolini fanno sapere che i controlli procederanno gradualmente e che nei primi giorni dal via alla manovra è contemplata maggior

flessibilità. “Verranno fatti una serie di controlli dalla polizia locale nei punti di accesso alla aree dove iniziano le limitazioni – ha detto a Tg Reggio Carlotta

Bonvicini, assessore alle Politiche per la Sostenibilità – La multa per i trasgressori arriva fino a 160 euro con la possibilità di ridurre l’importo per chi la paga nei

primi giorni”.

 

I parcheggi sono raggiungibili dai corridoi di attraversamento liberi alla circolazione, sulla mappa segnati in rosso.Tra le novità più importanti il fatto che

raddoppino le domeniche ecologiche rispetto agli anni scorsi: “Le abbiamo ampliate per avere più spazio e attivare un maggior numero di iniziative legate alla

sostenibilità ambientale in cui coinvolgere i cittadini. Da ottobre a marzo, poi, avremo ogni domenica un biglietto unico giornaliero per il trasporto pubblico al

prezzo di una corsa singola e valido tutta la giornata oltre a scontistiche varie sul bike sharing”.

 

Dopo tre giorni consecutivi di sforamenti delle Pm10, scattano le misure emergenziali: limitazioni estese anche agli euro 4 diesel e abbassamento del

riscaldamento domestico fino a un massimo di 19 gradi.

Leggi anche

Scattano le misure antismog, a Reggio Emilia raddoppiano le domeniche ecologiche

WWW.MEDIOPADANAAUTOMOBILITYGREEN.IT  

WWW.MEDIOPADANAENELX.IT

WWW.MEDIOPADANARECHARGE.IT  

 

Strumenti utili per la  tua città  "Vai Elettrico"  
 
 
macchina3

 

ORDINANZA: Protocollo C_H223/C_H223_01 PG/2019/0173356 del 27/09/2019 - Pag. 2 di 14

IL SINDACO
Premesso : • che la Direttiva Europea 2008/50/CE sulla qualità dell’aria ambiente pone in capo agli Stati membri l’obbligo di valutare la qualità dell’aria ambiente e, di conseguenza, adottare le misure finalizzate a mantenere la qualità laddove è buona e migliorarla negli altri casi; • che il D.Lgs. n° 155 del 13/08/2010 attribuisce alle Regioni e alle Province autonome le funzioni di valutazione e gestione della qualità dell’aria nel territorio di propria competenza e, in particolare, assegna loro il compito di adottare piani e misure per il raggiungimento dei valori limite e dei livelli critici, per il perseguimento dei valori obiettivo e per il mantenimento del relativo rispetto; • che obiettivi di questa amministrazione sono la tutela della salute dei cittadini e il risanamento della qualità dell’aria;
Visti: • i1 Piano Aria Integrato Regionale (PAIR), approvato dalla Regione Emilia Romagna con D.A.L. n. 115 dell'11/04/2017, il cui obiettivo è quello di tutelare l'ambiente e la salute dei cittadini e di garantire i1 rispetto dei valori limite di qualità dell'aria fissati dall'Unione Europea entro il 2020 attraverso limitazioni alla circolazione e specifiche azioni su tutti i settori emissivi; • i contenuti del “Nuovo Accordo di Programma per 1’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano”, approvato dalla Regione Emilia-Romagna con DGR n. 795 del 05/06/20 17 e sottoscritto in data 25/07/2017 dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e dalle Regioni Emilia- Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto; • la Delibera di Giunta Regionale n. 1412 del 25/09/2017 “Misure per il miglioramento della qualità dell'aria in attuazione del Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) e del Nuovo Accordo Di Bacino Padano 2017”, con la quale la Regione Emilia Romagna ha approvato misure aggiuntive per il risanamento della qualità de1l’aria, rispetto a quanto previsto nel PAIR2020, in attuazione de1l’articolo 2, comma 1, lettere g), h), o) e p) de1l’Accordo sottoscritto il 25/07/2017; • la Legge Regionale n. 14 del 22/10/2018 "Attuazione della sessione europea
Protocollo C_H223/C_H223_01 PG/2019/0173356 del 27/09/2019 - Pag. 1 di 14
regionale 2018 - Abrogazioni e modifiche di leggi, regolamenti e singole disposizioni normative regionali” con la quale la Regione Emilia-Romagna ha approvato diverse disposizioni sulla qualità dell’aria;
Visti in particolare: • 1'art. 14 delle Norme Tecniche di Attuazione del PAIR2020 relativo alle limitazioni alla circolazione dei veicoli privati nel centro abitato dei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti • l’articolo 24 delle norme tecniche di attuazione del PAIR2020 “ Misure per la sostenibilità ambientale degli insediamenti urbani”; • l'art. 30 delle Norme Tecniche di Attuazione del PAIR relativo alle misure emergenziali da attuare da parte dei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti nel caso di superamenti continuativi del valore limite giornaliero per le polveri sottili PM10 rilevati dalle stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria collocate nel territorio della provincia di appartenenza; • il punto 1) della Delibera di Giunta Regionale n. 1412 del 25/09/2017 nel quale sono state definite misure relative ai generatori di calore a biomassa per riscaldamento ad uso civile e misure emergenziali da adottare, aggiuntive rispetto a quanto previsto nel PAIR2020; • l'art. 40 della Legge Regionale n. 14 del 22/10/2018 relativo alle modalità di attuazione delle misure strutturali di limitazione della circolazione, delle misure emergenziali e delle domeniche ecologiche;
Verificato: • che la popolazione residente ne1 Comune di Reggio Emilia al 31/12/2018 è pari a 171.999 abitanti; • che il Comune di Reggio Emilia è pertanto tenuto all'attuazione dei provvedimenti individuati dagli art. 14 e 30 delle Norme Tecniche di Attuazione del PAIR e al punto 1.d) della Delibera di Giunta Regionale n. 1412/2017 così come aggiornati dalla Legge Regionale n. 14 del 22/10/2018;
Considerato: che in Emilia-Romagna, il sistema di valutazione della qualità dell’aria, costituito dalle stazioni fisse, dai laboratori e unita mobili e dagli strumenti modellistici gestiti da Arpae, evidenzia il superamento dei valori limite e dei valori obiettivo su diverse aree del territorio regionale; • che nel corso del 2018 a Reggio Emilia sono stati superati nella centralina di monitoraggio di via Timavo i valori limite per la protezione della salute fissati dalla UE, di cui al D.Lgs. n. 155 del 13/08/2010, relativamente al PM10 (50 microgrammi/m3 di concentrazione giornaliera da non superare più di 35 volte in un anno), mentre i valori relativi al biossido di azoto (NO2) sono rimasti nel 2018 entro i valori limiti annuali previsti dalla normativa (40 microgrammi/m3 di concentrazione media annuale); • che dal 1° gennaio 2019 al 15 settembre 2019 nel Comune di Reggio Emilia si
Protocollo C_H223/C_H223_01 PG/2019/0173356 del 27/09/2019 - Pag. 2 di 14
sono già registrati nella centralina di monitoraggio di via Timavo 33 superamenti del valore limite giornaliero fissato per le polveri PM10 (50 microgrammi/m3 di concentrazione giornaliera);
Preso atto: • della procedura d'infrazione aperta dalla Commissione Europea a carico dello Stato Italiano per il superamento dei limiti di legge per le polveri PM10 e gli ossidi di azoto (NOx) in diverse zone tra cui la Pianura ovest e la Pianura est della Regione Emilia-Romagna; • degli sforamenti costanti nella stazione di traffico di viale Timavo a Reggio Emilia del numero massimo annuale di superamenti del valore limite giornaliero di PM10, nonché del verificarsi in alcuni anni di sforamenti occasionali della concentrazione media annuale del biossido di azoto (NO2 ); • che l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) de1l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ritiene che le polveri fini siano tra le cause dirette del tumore al polmone;
Ritenuto opportuno, nel caso in cui si verificassero condizioni critiche di inquinamento dell'aria, adottare gli opportuni provvedimenti previsti all'art. 182, comma 6-bis, del D.Lgs 152/06 (Testo unico in materia Ambientale), finalizzati a vietare l'attività di abbruciamento all'aperto dei materiali vegetali (di cui all'art. 185, c. 1, lett. F), effettuata nel luogo di produzione, in tutti i casi in cui da tale attività possano derivare potenziali situazioni di pericolo per la salute umana, con particolare riferimento al rispetto dei livelli annuali delle polveri sottili (PM 10);
Richiamati: • l'art. 13 della Legge n. 833 del 23/12/1978 "Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale"; • l'art. 7 del D.Lgs. n. 285 del 30/04/1992 "Nuovo codice della Strada" e successive modifiche e integrazioni; • l'art. 50 del D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali", e successive modifiche e integrazioni; • la Legge n. 689 del 24/11/1981; • gli artt. 122 e 182 del D.Lgs 152/06 "Testo unico in materia Ambientale"; • il D.P.R. n. 74/2013; • il DM Ambiente n. 186 del 7 novembre 2017; • il Regolamento Regionale n. 3 del 15 dicembre 2017; • il “Regolamento di polizia urbana e per la civile convivenza”, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 16 luglio 2018, in merito all’applicazione dell’art. 20 comma 1 “Limitazioni delle dispersioni termiche degli edifici con accesso al pubblico”.
Protocollo C_H223/C_H223_01 PG/2019/0173356 del 27/09/2019 - Pag. 3 di 14
ORDINA
le seguenti misure:
MISURE ORDINARIE ( 1 OTTOBRE 2019 – 31 MARZO 2020) 1. nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, comprese nel periodo 01/10/2019 – 31/03/2020 e in tutte le domeniche (domeniche ecologiche) comprese nel periodo 01/10/2019 – 31/03/2020 ad eccezione delle domeniche 24 novembre 2019 (San Prospero), 22-29 dicembre 2019 e 5 gennaio 2020 (periodo natalizio), nella fascia oraria 8.30 - 18.30, il divieto di circolazione nell'area del centro abitato di Reggio Emilia (come da planimetria di cui all'allegato n. 1, parte integrante della presente ordinanza) dei seguenti veicoli a motore: - con accensione comandata (benzina) omologati PRE EURO e EURO 1; - con accensione spontanea (diesel ) categorie M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati PRE EURO, EURO 1, EURO 2 e EURO 3; - ciclomotori e motocicli omologati PRE EURO.
Il divieto alla circolazione di cui al presente punto è sospeso nei giorni festivi infrasettimanali di venerdì 1° novembre 2019, mercoledì 25 dicembre e giovedì 26 dicembre 2019, mercoledì 1° gennaio e lunedì 6 gennaio 2020, salvo l’attivazione delle misure emergenziali di cui al punto 3.
2. dal 01/10/2019 al 31/03/2020, in tutto il territorio comunale, il divieto di utilizzo di biomasse legnose (legna, pellet, cippato, altro) per riscaldamento domestico nelle unità immobiliari dotate di riscaldamento multicombustibile (in presenza quindi di un impianto di riscaldamento alternativo): - nei generatori di calore con classe di prestazione emissiva inferiore a “3 stelle” ( quindi fino a 2 stelle comprese), cosi come definite dal Decreto del Ministero dell'Ambiente 7 novembre 2017 n. 186; - nei focolari aperti o che possono funzionare aperti .

 

 Info.  Agency  Mi   "ICT"  

Aggiornamento  ,  Now/01/2020  h. 00,00,01

 

 

 

 

 

 

SALVINISALVINI [25 Kb]

NEWS..MEDIOPADANA SERVICES ® servizi per i fruitori Stazione Mediopadana

 Ultimo aggiornamento: 12/12/2019 

Dal Dicembre 2009 e' in vigore un regolamento europeo che disciplina gli obblighi delle imprese ferroviarie in merito a informazione ai viaggiatori, indennizzi e assistenza in caso di ritardo o soppressione di un treno, protezione delle persone disabili, etc.

Indice scheda  info: 
https://sosonline.aduc.it/scheda/treni+diritti+dei+passeggeri+regole_18518.php
INFORMAZIONI AL VIAGGIATORE

IL BIGLIETTO

VIAGGIARE SENZA BIGLIETTO

ANIMALI AMMESSI

BAGAGLI E VEICOLI

RESPONSABILITA' DELLA SOCIETA'
FERROVIARIA
RIMBORSI ED ASSISTENZA IN CASO DI
RITARDO O ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO
RIMBORSI IN CASO DI RINUNCIA DEL
VIAGGIATORE
DIRITTI DEI DISABILI

RECLAMI E CONTESTAZIONI

VIGILANZA E SANZIONI (reclami all'Autorità garante)

FONTE NORMATIVA E LINK UTILI

    INFORMAZIONI AL VIAGGIATORE

Prima del viaggio i viaggiatori hanno diritto
ad accedere alle seguenti informazioni MINIME:
- diritti europei e nazionali, compreso quello di rivolgersi all'Autorità regolatrice, l'ART;
- sulle condizioni che regolano il viaggio (condizioni di trasporto);
- sugli orari del viaggio piu' veloce;

 



 

NEWS.... EXPO FERROVIARIA MILANO OTTOBRE 2019 NEWS.....

HITACHI RAIL PRESENTA IL MOCK UP

 

 

DEL NUOVO TRENO ALTA CAPACITÀ

 

PER LA LOMBARDIA

 

 

                                   FINAL  DAY OCTOBER/2019

 

 

 

EXPO Ferroviaria 2019 si conferma ancora una volta come showcase delle migliori innovazioni dell’industria ferroviaria.
A meno di un mese dalla nuova edizione di Milano dall’1 al 3 ottobre, Hitachi Rail SpA annuncia che porterà all’evento un mock up in scala reale del nuovo treno regionale “Caravaggio”.

 

 

 

 

Caravaggio è il nuovo treno ad Alta Capacità, realizzato da Hitachi Rail SpA per FERROVIENORD, società controllata al 100% da FNM, destinato alle linee ad alta frequentazione, che entrerà in servizio in Lombardia a partire da maggio 2020. Ad EXPO Ferroviaria sarà in esposizione un mock up che riproduce un vagone in scala 1:1 completo di cabina e testata anteriore.

Si tratta di convogli a doppio piano, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita. Sono dotati di tutte le più moderne tecnologie e realizzati con particolare attenzione al comfort dei passeggeri, all’accessibilità per le persone a mobilità ridotta e alla sostenibilità ambientale: riduzione del 30% dei consumi di energia elettrica, riduzione della rumorosità, recupero di energia elettrica in frenatura, utilizzo di materiali innovativi che permettono la riduzione del peso ed elevati tassi di riutilizzabilità (96%) e biodegradabilità (95%).

I veicoli inoltre dispongono del più moderno e avanzato sistema di sicurezza ERTMS/ETCS che, oltre a garantire elevatissimi standard di sicurezza, permetterà di incrementare la capacità di traffico sulle linee ferroviarie. Presenti a bordo anche postazioni per le biciclette e prese elettriche per la ricarica delle
e-bike.

Hitachi Rail SpA vi aspetta ad EXPO Ferroviaria 2019 allo stand C164.

 Agency  Mi,.

Aggiornamento  Now/01/2020  h, 00,00,01